Skip to main content

L’importanza del contatto oculare nello sviluppo del linguaggio….

guardami 2Talvolta non diamo tanta importanza a ciò che facciamo naturalmente, in modo inconsapevole, guardare chi interagisce con noi verbalmente è un meccanismo automatico che in soggetti adulti può essere influenzato dal carattere di ognuno,

la potenza del canale non verbale sia come comunicazione di emozioni che come scambio emotivo è stata oggetto di molti studi, non solo i nostri occhi inviano dei segnali ma possono essere più comunicativi delle nostre parole.

Solitamente quando parliamo con…Leggi tutto

Per fare logopedia con un bambino oppositivo…..

comportamento-oppositivoCi capita sempre più spesso di lavorare con bambini oppositivi, che alle nostre richieste rispondono con un bel:<<NO>>!!!

Questo comportamento rende difficoltoso il buon esito del trattamento logopedico e soprattutto nè allunga notevolmente la durata, io esercito la professione di logopedista in campania dove anche se il sistema sanitario è molto deficitario le prescrizioni per i ritardi di linguaggio non hanno avuto alcun calo,

i medici continuano a prescriverele…Leggi tutto

Se un bambino di 30 mesi non parla bene cosa si fa?

bambino-tabletQuando un bambino di due anni e mezzo non parla bene non è detto che ci sia un problema, non sempre il linguaggio emerge allo stesso modo per tutti i bambini,

in linea di massima ci sono dei paramentri per farci comprendere l’evoluzione del linguaggio del piccolo, i bambini a quell’età dovrebbero conoscere circa trecento parole,

è importante avere uno specchio di ciò che il bambino fa prima di potersi esprimere su quali siano le sue competenze…Leggi tutto

Perchè l’allattamento il biberon ed il succhiotto compromettono ilnguaggio dei bambini?

bambini-col-ciuccioPer quanto sia tenera l’immagine che ho scelto per questo post è proprio ciò che non dovrebbe accadere ….

Sento il bisogno di scrivere ancora su quali siano le conseguenze dell’utilizzo protratto del succhiotto del biberon e dell’allattamento al seno, pioichè continuo a vedere bimbi che parlano malissimo a causa di “abitudini viziate“.

Si intende per “abitudini iziate” tutti i comportamenti scorretti che involontariamente attiviamo ed interferiscono negativamente sulla nostra voce e/o sul linguaggio, quindi per esempio chi tende ad urlare spesso pone le proprie corde vocali sotto uno sforzo continuo e rischia di rimanere afono (senza voce),

tra le abitudini viziate abbiamo l’allattamento al seno protratto e l’utilizzo di succhiotto e biberon, il motivo per cui è sconveniente che…Leggi tutto

Ritardo del linguaggio tra i cinque/sei anni

Quando un bambino all’età di cinque anni e mezzo/sei presenta, un ritardo di linguaggio, tale “difficoltà” viene classificata come “ritardo di linguaggio secondario“, piochè il “ritardo di linguaggio primario” , per essere tale, si risolve positivamente entro i sei anni.

Qiundi in questo caso, avremo un bambino che può avere altre patologie associate (varie sindromi comportano un ritardo di linguaggio secondario) oppure no , ma il risultato sarà comunque  un linguaggio pluri dislalico più o meno accentuato, ( con molte lettere dette male), abbinato il più delle volte ad una…Leggi tutto