Skip to main content

Come avviene lo sviluppo della comprensione verbale… (1 di 2)

Il linguaggio non è composto esclusivamente dall’espressione verbale, ma necessita della comprensione e della capacità di pensare, tutto questo per un bambino è un gioco.

Nello sviluppo del linguaggio del bambino, la comprensione precede l’espressione verbale, infatti il bambino non inizierà a parlare finché non avrà raggiunto una…Leggi tutto

Ha tre anni e balbetta…

I nostri articoli nascono sempre dalle realtà che viviamo, prendiamo spunto per riproporre informazioni utili a chi ne ha bisogno…

Nel periodo Natalizio ho avuto un colloquio con una mamma preoccupata perché il suo bambino di tre anni balbetta, le maestre l’hanno chiamata per evidenziare questa difficoltà di linguaggio.

Probabilmente le maestre in questione Leggi tutto

L’importanza del contatto oculare nello sviluppo del linguaggio….

guardami 2Talvolta non diamo tanta importanza a ciò che facciamo naturalmente, in modo inconsapevole, guardare chi interagisce con noi verbalmente è un meccanismo automatico che in soggetti adulti può essere influenzato dal carattere di ognuno,

la potenza del canale non verbale sia come comunicazione di emozioni che come scambio emotivo è stata oggetto di molti studi, non solo i nostri occhi inviano dei segnali ma possono essere più comunicativi delle nostre parole.

Solitamente quando parliamo con…Leggi tutto

Cambiare l’alimentazione del neonato lo aiuterà a parlare bene da grande…

svezzamento 1Oggi voglio prendere spunto da ciò che vedo sempre di più guardandomi intorno,  e che ormai sembra essere una consuetudine condivisa da tante mamme…

Andiamo per gradi, l’allattamento al seno “dovrebbe” essere sospeso intorno ai 6 mesi di vita del bambino, quindi tolto del tutto entro quell’età non esiste che lo si allatti fino a 2/3 anni, c’è chi  con tono di giustigica dice: << ma per farlo addormentare!>>, non è sano non aiuta…Leggi tutto

Come distinguere un “bimbetto furbo” da un bimbo con difficoltà…

bimbi furbiLo spunto dell’articolo di oggi l’ho preso da una situazione a me familiare, ho conosciuto un bellissimo bambino “furbetto” come pochi al mondo, devo dire che il mio “occhio clinico” non si è soffermato su di lui neanche per un istante,

la mia amica però mi ha fatto tante domande, che a me son sembrate strane, ma poi riflettendoci su ho pensato che le sue domande sono uno spaccato delle preoccupazioni delle mamme delle zie ecc, quindi le più normali che ci possano essere.

Io a volte dimentico che le percezioni di una situazione differiscono in base…Leggi tutto